Totora si trova nel sud del Perù, a dodici ore dalla città di Cuzco, nella regione dell’Apurimac. Si trova ad un’altitudine di 3500 metri circa. La lingua ufficiale è lo spagnolo, ma molti abitanti parlano ancora il Quechua, una lingua nativa americana.

 

Il clima del posto è caratterizzato dalla presenza di due stagioni: secca, da marzo fino a settembre con temperature più rigide; delle piogge, da settembre/ottobre fino a marzo con precipitazioni quotidiane. A 3500 metri il paesaggio è quello andino, ma il paese comprende anche dei vasti altipiani sopra i 5000 metri, dove vivono isolati gruppi di famiglie che si sostentano attraverso l’allevamento dei lama.

 

Gli abitanti di Totora sono i discendenti degli antichi Inca, vivono lavorando e coltivando la terra, per questo sono chiamati campesinos. Tutto il lavoro della terra è fatto a mano utilizzando l’aratro in legno, trainato dai buoi o la chakitaqlla, una zappa tipica. Spesso il raccolto su perde a causa delle siccità o marcisce per la troppa umidità. La povertà della terra, l’altitudine e le tecniche di coltivazione arretrate danno la possibilità di ottenere pochi alimenti: patate, mais e fave. Quindi l’alimentazione è molto povera. La ricchezza della famiglia è data dai pochi animali che riesce ad allevare: pecora, capra, maiale, mucca e gallina. Anche i bambini fin da piccoli contribuiscono ad aiutare le famiglie, portando al pascolo i pochi animali che possiedono, mentre i genitori coltivano la terra.

 

LA MISSIONE

Un Sorriso sulle Ande ONLUS

un breve profilo degli operatori

PADRE ANDREA DENTELLI

Nasce nel 1974 a Zero Branco, conosce l'Operazione Mato Grosso a 18 anni.

Dopo aver frequentato i gruppi di A.C e il gruppo missionario della Parrocchia, incontra l’O.M.G. e assieme a Nicoletta Bortoletto e Lorenzo Bortolato inizia a seguirne il cammino.

Da subito viene entusiasmato dall'ideale di giustizia e dalla possibilità di fare qualcosa in prima persona per i poveri.

Nell’estate del 1998 trascorre 5 mesi nella missione O.M.G. di San Lorenzo in Ecuador come volontario laico e qui matura la sua vocazione sacerdotale.

Rientrato in Italia per alcuni mesi, comunica la sua scelta alla famiglia e a marzo del 1999 riparte per il Perù. Entra in seminario a Pomallucay dove trascorre 2 anni.

Nel 2001 torna in Italia e viene accolto dal Seminario diocesano di Vicenza per la continuazione degli studi.

Nel 02/04/2005 viene ordinato sacerdote a S. Luis in Perù e dopo alcuni mesi trascorsi a casa, torna in Perù ed inizia la sua missione nella parrocchia di Totora, dove attualmente vive.

Questa esperienza lo porta a decidere di dedicare tutta la sua vita a servizio di questa povera gente.

Padre Andrea Dentelli

Padre Alessandro Valenti

PADRE ALESSANDRO VALENTI

Don Alessandro Valenti, 36 anni originario di Bondo (TN) è parroco dal 2004 di una numerosa unità pastorale nelle Ande peruviane ubicata a Mamara. Dopo essersi diplomato all’Istituto agrario di San Michele, infatti, decise di recarsi nel Paese sudamericano per alcuni mesi di volontariato. Praticamente, da quel giorno non è più tornato indietro. Ha lavorato nelle comunità più povere e, lentamente, è maturata nel profondo la vocazione al sacerdozio.

Dopo gli studi in seminario, svolti in parte a Trento e in parte in Perù, è stato consacrato sacerdote e attualmente è parroco di 12 comunità del dipartimento di Cuzco, a circa 4 mila metri di altitudine.

Oltre all’attività religiosa, don Alessandro, in virtù delle sue conoscenze acquisite a San Michele, è molto impegnato nel trasmettere il suo sapere per migliorare le condizioni di vita degli abitanti della zona, ma anche per evitare l’intenso fenomeno di spopolamento delle zone montane.

prosegui

ROMINA GHEZZI

Romina Ghezzi, trentadue anni, nata a Bondo (TN) nelle Giudicarie, volontaria da quando aveva 20 anni, ex atleta, minuta, il volto animato dalla serena determinazione per una scelta radicale di vita accanto ai poveri, da oltre dieci anni è volontaria in Perù a Cahuatìa , vicino al centro di Totora, nel profondo sud del paese, sulla cordigliera delle Ande, a quattromila metri di altitudine, nell'ambito delle attività dell'Operazione Mato Grosso.

 

Romina Ghezzi

Enrico e Pilar Cozza

ENRICO E PILAR COZZA

Enrico (Chicco) e Pilar Cozza con i figli Gabriele, Anna, Silvia, Luca, Maria, Chiara.

Vivono da 13 anni in parrocchia a Totora.

Enrico è originario di Figino nel lecchese e Pilar è originaria del nord del Perù.

In parrocchia cercano di essere al servizio della gente ascoltando le loro necessità e bisogni.

Pilar assiste in prima persona chi si rivolge alla parrocchia per cercare aiuti materiali, sanitari o spirituali, facendo da tramite tra loro e il parroco. Si occupa inoltre di seguire un gruppo di donne ex studentesse della scuola parrocchiale di Totora ora impegnate in una cooperativa di lavoro tessile.

Chicco segue un gruppo di operai che si sono specializzati  nel lavoro del ferro e che provengono in gran parte dalla scuola parrocchiale di Mamara.

 

 

ARIELA

Ariela è originaria del nord del Perù. Da 10 anni vive al sud come volontaria nella parrocchia di Totora.

Vive "l'avventura" della missione insieme agli altri volontari.

Nel scegliere questa vita ha avuto come riferimento Padre Ugo De Censi e tanti amici che sono entrati nella sua vita, perché innamorata del loro sogno: vivere nella carità e gratuità.

Questa decisione l'ha portata a lasciare la sua famiglia, il lavoro di insegnante che aveva, la carriera, le sicurezze che in una vita danno tranquillità.

"So che non è sempre facile perché siamo umani pieni di limiti e di difetti, ma spero che la fedeltà mi aiuti a mantenere questi propositi e desideri. Spero che tutto questo cammino mi porti a trovare Dio, principio e fine di tutto".

Ariela

 

 

 

PASSATO

FUTURO

f

Associazione "Un Sorriso sulle Ande" - ONLUS

Via IV Novembre 65 – Zero Branco

T +39 422 97593

M +39 329 2719707   +39 328 6272563   +39 340 3522406

E Info@unsorrisosulleande.it

C.F.: 94115880265 - IBAN.:IT77X0874962220002000177110